Seleziona una pagina

Bene, abbiamo appena finito di vedere questo Film italiano del 2016 con Claudia Gerini e Margherita Buy: Nemiche per la pelle.

Il film tocca in maniera leggera e tragicomica l’irrompere di un bimbo inatteso, nella vita di moglie ed ex moglie del defunto Paolo.

Gli stereotipi dell’affido ci sono tutti: il tribunale dei minori con  il giudice che deve disporre l’affidamento, l’assistente sociale che entra in casa e nella vita con il block-notes a dare le sue valutazioni, la comunità per minori gestita dalle suore che “se ci fosse un albo, Gesù Cristo le avrebbe già radiate”, le forze dell’ordine che intervengono quando “le mamme” vogliono rivedere il piccolo che i Servizi Sociali gli hanno tolto.

E quindi il tema della continuità affettiva. Di questa enorme difficoltà nel definire cosa sia veramente meglio per un bambino, garantendone la tutela come interesse al di sopra di ogni altro.

Poi il tema delle figure genitoriali: possono due donne avere in custodia un bambino? E quali figure maschili di riferimento possono offrire nelle loro cerchie famigliari e amicali?

Centrale il tema della maternità, qui tardiva e inattesa, che apre un viaggio all’interno di sé, alla ricerca di un prendersi cura per il quale non ci si sente mai davvero sufficientemente pronte o adeguate. E la citazione di cui mi sono innamorata e che mi ha spinto a scrivere questo post:

 

“Una madre è solo qualcuno che trova per un altro la generosità e il coraggio che non ha mai avuto per se stesso”

 

Sono rimasta istupidita da quanto mi abbia fatto male vedere la scena del bimbo allontanarsi per mano con l’assistente sociale; tutto sommato le cose le han fatte anche bene, spiegandole al piccolo e preparandogli le valige con i suoi beni da portarsi via. E allora?

Aspetta… sarà forse perché quando è stato il mio turno, ormai 4 anni fa, di “restituire” il mio bimbo in affido, le cose non sono andate affatto così? Ci hanno fatto organizzare un’uscita di casa tra menzogne e tranelli, mica tutto alla luce del sole, e questo brucia come il tradimento di cui sono stata complice senza neppure rendermene conto. Smetterà mai di bruciare?

È il passato, mi dico, non lo posso cambiare; incassa, impara e vai oltre.

C’è sicuramente una ragione per ogni cosa. Ci sarà una ragione anche per questa.

La generosità e il coraggio devi averli anche per te stessa.

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi